La Fascia Porta Bebè e le Posizioni

La Fascia Porta Bebe e le Posizioni

Cos’è la fascia porta bebè

La fascia porta bebè è un prodotto che non tutti conoscono e non tutti reputano comodo ed utile.

È normale che sia così perché non tutte le mamme hanno le stesse esigenze, ma di solito quelle che iniziano ad usare la fascia porta bimbo se ne innamorano e difficilmente tornano indietro.

Si tratta infatti di un prodotto che permette di avere un contatto diretto costante con il bambino, ed allo stesso tempo ha il grande vantaggio di lasciare libere le mani e avere un ingombro minimo in casa quando la fascia non è in utilizzo.

Quante varianti ne esistono

Le più diffuse sono quelle che si presentano come un lungo telo di stoffa, sia morbido che rigido, da annodare intorno al corpo, ci sono poi le mono spalla e quelle ad anelli, ognuna delle quali permette di portare i bimbi in posizioni diverse.

In quali posizioni si può portare un bimbo nella fascia porta bebè?

Le fasce porta bimbo permettono di trasportare il piccoletto di casa sempre a stretto contatto con i genitori. Ma ci sono varie posizioni in cui il bimbo può essere posizionato all’interno della fascia, diverse in base anche all’età del bimbo.

I modi più diffusi di collocare il bimbo all’interno della fascia sono principalmente 3: pancia contro pancia, pancia contro schiena e sul fianco.

Posizione pancia contro pancia

Questa è la posizione più diffusa con la quale si usa la fascia porta bebè. Oltre che essere comoda, questa è una collocazione anche salutare per il piccolo.

Permette infatti un migliore sviluppo della schiena e soprattutto va a favorire la digestione, evitando così reflussi e diminuendo il rischio di coliche.

Ma oltre che importanti benefici dal piano fisico ne porta anche molti da un punto di vista psicologico, infatti l’uso della fascia porta bebè, specialmente nelle prime fasi della vita del neonato renderà meno traumatico il distacco dal grembo materno.

Con bambini molto piccoli si consiglia una posizione con la testolina che poggi nell’incavo tra il seno e la spalla, poiché il collo non sarà ancora sufficientemente robusto per sostenere la testa da solo.

Le gambette possono essere tenute dentro la fascia, in posizione fetale oppure poste al di fuori, a cavalcioni della fascia stessa.

Posizione pancia contro schiena

Un’altra possibile posizione è quella che vede il bambino posizionato con la pancina contro la vostra schiena.

Anche se non permette un diretto contatto con i vostri occhi, nè tantomeno permette di allattarlo mentre lo tenete stretto nella fascia, è una posizione altrettanto sicura e comoda, che permette di distribuire il peso del piccolino in modo uniforme sulla schiena del portatore.

La posizione pancia contro schiena aiuta anche lo sviluppo corretto della schiena e delle anche e in più favorisce la digestione.

Non è particolarmente adatta ai neonati.

Posizione sul fianco

Quando si scelgono le fasce mono spalla o quelle ad anello è possibile trasportare il bambino anche sul fianco.

Questa posizione ha sia dei pro che dei contro.

Infatti permette una posizione fetale, molto comoda per il bimbo, specialmente nel caso in cui stiate allattando al seno, infatti permette di allattare anche fuori casa, usando il tessuto della fascia come cortina per garantire a voi ed al vostro piccolo la privacy necessaria.

Purtroppo però, portando il bimbo in questa posizione, il suo peso andrà tutto a gravare sulla spalla portante e non permetterà di distribuirlo uniformemente su tutto il corpo.

Quando si decide di trasportare il bimbo posizionandolo sul fianco fate sempre attenzione che questi si collochi in una posizione che sia al di sopra del fianco stesso, ma sempre al di sotto dell’altezza del seno, cosa che permetterà di ridurre al minimo lo sforzo da parte della mamma.

Posizioni da non usare

Sono sconsigliate tutte le posizioni che possano portare ad uno sbilanciamento da parte del portatore.

Il piccolino deve pertanto essere sempre posizionato con il visino rivolto nella vostra posizione per evitare che questi, magari attratto da qualcosa di interessante, possa andare ad agitarsi in modo eccessivo rischiando di farvi cadere.

Per sicurezza andate sempre a controllare quelle che sono le posizioni sconsigliate, che troverete elencate nel manuale di istruzione d’uso della fascia.

Ricordo infine che la fascia deve sempre essere ben aderente al corpo del portatore, per evitare che il bimbo possa cadere durante il trasporto.

Se sentite che questa si è allentata è meglio che vi mettiate sedute e posizionate di nuovo in modo corretto la fascia porta bimbo.

Questi prodotti non vanno usate con bimbi che superino i 18 kg di peso.

 

Condividi