Fascia Mei Tai

fascia mei tai

Per i genitori moderni, quelli che non vogliono doversi destreggiare tra passeggini e carrozzine esistono le fasce per bebè, degli oggetti molto pratici, che permettono di tenere sempre il bimbo a diretto contatto col proprio corpo.

Tra queste fasce porta bebè, la fascia mei tai è un modello degno di attenzione.

Si distingue tra le varie tipologie di fasce perché non si tratta del classico tessuto di stoffa che va aggiustato sul corpo per formare il porta bimbo, ma ha già una forma propria.

Questo prodotto, che non usa né anelli e né cinghie, permette di portare il bimbo in posizioni classiche, come la pancia e la schiena, ma ce ne sono anche di versioni che permettono anche di tenere il piccolo all’altezza dell’anca.

Sono i porta bebè più adatti ai neogenitori che hanno paura di non riuscire ad usare nel modo corretto le fasce che non si presentano già sagomate, ma che allo stesso tempo non vogliono il classico marsupio.

Possono essere utilizzate sia con neonati, ma anche con bimbi più cresciuti, fino all’età di 3 anni.

Andiamo a vedere più nel dettaglio in cosa consiste la mei tai per capire se sia questo l’oggetto che ci potrebbe essere più utile col nostro bimbo.

Di seguito alcune delle migliori fasce mei tai che potete trovare su Amazon.it

Fascia Mei TaiPortata massima
Amazonas Fascia Mei Tai15 Kg
BBTai Meitai Portabebè15 Kg
Palm and Pond Fascia Mei Tai 15 Kg

Caratteristiche della fascia mei tai

Questa fascia porta bimbo ha origini che vengono dal lontano Oriente.

Le sue caratteristiche sono tutte volte alla semplificazione della vita della mamma, associato al garantire al cucciolotto il massimo in fatto di comfort.

La sua forma è ergonomica, cosa che permette di gestire al meglio il piccolo, ed allo stesso tempo è facile da usare, infatti già la sua forma è molto intuitiva e già ci fa capire come utilizzarla.

La fascia è realizzata con materiali molto robusti, che ne permettono l’utilizzo con bimbi dal peso di anche 18 chili. Fisicamente si presenta con una parte centrale, una sorta di “sacchetto” che serve per contenere il bimbo.

Da questo partono due ali di tessuto; una più corta che fissa il tutto alla vita del genitore, e la più lunga, che, dopo essere stata incrociata dietro le spalle, si va a fissare sulla pancia della mamma, proprio al di sotto del sederino del piccolino.

Si vanno a distinguere dalle fasce comuni perché al contrario di queste hanno già di base una struttura già formata, che va soltanto fissata al corpo del portatore, al contrario delle loro simili che invece si presentano come teli, più o meno elastici.

Pregi e difetti del mei tai

Partiamo dal fatto che chi non ama le fasce porta bebè vedrà anche nella fascia mei tai un qualcosa di scomodo e poco pratico da usare e difficilmente abbandonerà il passeggino per passare alla fascia.

Chi invece è di visione opposta si avvicinerà alla mei tai con occhi interessati cercando di capire quelli che sono i suoi punti di forza e quelli che sono i suoi lati deboli.

Di certo rispetto alla classica fascia bebè, la mei tai è, anche dal punto di vista estetico, qualcosa di più ricercato e rifinito nei minimi dettagli.

Si tratta infatti di prodotti che hanno una forma semi strutturata, che va soltanto annodata intorno al corpo del genitore o di chiunque altro la andrà ad indossare.

Questo di certo non offrirà la molteplicità di utilizzo offerta dei modelli tradizionali, ma sicuramente ne permetterà un uso più semplice, senza correre il rischio di indossarla nel modo sbagliato, correndo il rischio di far cadere il piccolino.

Inoltre il non dover gestire in contemporanea un tessuto dalla lunghezza eccessiva, semplifica di molto le operazioni necessarie per il suo fissaggio.

Ma il vantaggio più grande è quello legato alla possibilità di poter riposizionare la fascia anche quando questa è in uso, senza avere la necessità di dover disfare tutti i nodi, ma andando soltanto ad agire sul nodo posizionato sulla pancia e stringerlo se ci sembrerà che l’aderenza del bimbo al nostro corpo sia diminuita.

Se vogliamo vedere nel mei tai degli aspetti negativi, questi possono essere riassunti nel fatto che il bimbo è coperto da un numero minore di strati di tessuto rispetto alle fasce lunghe ed offrono meno aderenza ai neonati, ma si può risolvere il problema abbassando l’altezza della parte centrale.

Per questi motivi se ne consiglia l’uso a partire dai 4-5 mesi di vita.

Quali sono le migliori fasce mei tai?

OffertaBestseller No. 1
Amazonas Baby Marsupio/Fascia Porta Bebè Mei Tai Tree
  • Disponibile in 2 modelli
  • Istruzioni comprese
  • Facile da indossare
Bestseller No. 2
Palm and Pond Mei Tai fascia portabebè con cappuccio e tasca - Nero con...
  • Adatto per bambini dalla nascita fino a 15,9 kilogram.
  • La cintura è 180 cm in lunghezza e ogni tracolla è 150 cm.
  • Le istruzioni complete su come per legare il MEI Tai in tre posizioni, "",...
Bestseller No. 3
Palm and Pond Mei Tai fascia portabebè - Motivo bianco e grigio
  • Adatto per bambini dalla nascita fino a 15,9 kilogram.
  • La cintura è 180 cm in lunghezza e ogni tracolla è 150 cm.
  • Le istruzioni complete su come per legare il MEI Tai in tre posizioni, "",...
OffertaBestseller No. 4
Amazonas Mei Tai - Alternativa alla fascia, estremamente versatile e facile...
  • Marsupio/fascia portabebè per bambini da 0 a 3 anni.
  • Sostiene un peso di 15 kg.
  • Realizzata in 100% cotone.
OffertaBestseller No. 5
MHUG Marsupio Mei Tai portabebè ergonomico e brevettato, Variante Blue...
  • L'evoluzione del portabebè. L'unico Mei Tai brevettato; piccolo, comodo, versatile,...
  • Adatto dalla nascita e testato fino a 18 kg, è stato progettato in collaborazione...
  • Il bebè mantiene una posizione ergonomica, con le anche naturalmente e...

Fino a che età può essere utilizzata?

Abbiamo appena visto come la mei tai sia da usarsi a partire dai 4-5 mesi di vita del bimbo, per poterne sfruttare a pieno le potenzialità di utilizzo, anche se con alcuni accorgimenti si può utilizzare anche con neonati.

Ma fino a che età si può trasportare un bimbo in questa fascia?

La trama della stoffa con la quale sono intessute è di solito in cotone ad ordito triplo, quindi molto resistente. Ciò le rende adatte a sorreggere pesi piuttosto consistenti, fino a 18 chilogrammi. Questo significa che è possibile utilizzare la fascia mei tai anche con bimbi di 3 anni di età.

Questo è reso possibile dalle bande di tessuto che si incrociano dietro la schiena, che, grazie alla loro forma, permettono di scaricare il peso nel modo migliore, non andando a gravare in modo eccessivo sulla schiena dei genitori.

In questo modo i bimbi possono essere trasportati nella fascia per periodi anche lunghi e di non stancarsi in modo eccessivo.

In quali posizioni usarlo?

La fascia mei tai può essere utilizzata in ben tre diverse posizioni. In questo modo sarà ancora più facile riuscire a trovare la soluzione di utilizzo più adatta a voi.

Le posizioni tradizionali con le quali si possono indossare queste fasce sono quelle che vedono il bimbo posizionato davanti, quindi sulla pancia, sul fianco, dove si viene a trovare posizionato sopra l’anca, o sul retro, ciò nella classica posizione dietro la schiena.

Le mei tai si diversificano dalle fasce tradizionali perché, per posizionare il bambino in ognuna delle tre posizioni sopra descritte il modo di indossare la fascia è sempre lo stesso.

Per prima cosa si allaccia la fascia in vita, successivamente si posiziona il bimbo e per finire si incrociano i lacci lunghi, che si fissano, annodandole, sotto il piccolo.

Non vi preoccupare, ogni fascia ha un manuale di istruzione che vi spiegherà passo passo come posizionarla e dopo un paio di volte già la cosa vi diventerà naturale e semplice da fare.

Si sconsiglia il posizionamento di questo oggetto con il bambino in posizione fronte strada.

 

Condividi